Uniforme e Distintivi

"L'uniforme nasconde ogni differenza e contribuisce all'eguaglianza, anche tra scout dello stesso Paese. Ma soprattutto essa copre le differenze tra Paesi e razze diverse, facendo sì che tutti sentano di essere membri di un'unica fraternità mondiale. Un'uniforme in ordine, corretta anche nei particolari, può sembrare una cosa di poca importanza, eppure ha il suo valore nello sviluppo della dignità personale ed ha un significato enorme per quanto riguarda la considerazione di cui il movimento scout gode presso gli estranei, che giudicano in base a ciò che vedono. Perciò spero che tutti voi ragazzi vi ricorderete di questo e giocherete secondo le regole del gioco, portando correttamente l'uniforme scout".

Robert Baden Powell



La pelliccia del lupetto 


Pantaloni corti di velluto color caki, cinta di cuoio con fibbia, polo verde a maniche corte, maglione verde di lana, calzettoni verdi, cappellino. 

I bambini che per la prima volta entrano in Branco (cuccioli) non indossano l'uniforme, ma partecipano alle attività vestiti normalmente. Se decidono di restare in Branco, provvedono al successivo acquisto.


L'uniforme dell'esploratore e del rover 


Pantaloni corti di velluto color caki, cinta di cuoio con fibbia, camicia verde, maglione verde di lana, calzettoni verdi, cappellone (esploratori), basco color amaranto (rover) 

A beneficio dei più grandi, ecco qualche consiglio utile… 
camicia verde: va portata dentro i pantaloni. Sotto la camicia, si mette una maglietta bianca a maniche corte;
pantaloni corti: devono essere quelli dell'uniforme (di velluto), possibilmente abbottonati sulla vita e non sul bacino. Da evitare short di qualunque tipo e colore, ma anche pantaloni mimetici, a quadretti o a fiori, per non parlare dei jeans (che non hanno niente a che fare con le nostre attività).
calzettoni verdi: sono importanti per l'uniforme e devono essere verdi. Perciò calzini a righe, stelle e pois lasciamoli a casa… così al nostro ritorno saranno più numerosi e avremo più scelta!

foulard: il foulard è il simbolo del nostro Gruppo, perciò meglio lo portiamo e meglio lo rappresenteremo! Va arrotolato ordinatamente, evitando quindi gli scialli della nonna…
portafoulard: è uno ed è sobrio... e non è un albero di Natale! Va portato a metà del foulard, per non farlo cascare giù dalle spalle.
scarpe e/o scarponi: se le attività non richiedono gli scarponi, è bene indossare scarpe basse che si intonino con l'uniforme. Perciò: giallo, arancione, fucsia, dorato… evitiamoli! E 

Questo è tutto! Semplice, no?


I distintivi 


Ai ragazzi che si iscrivono per la prima volta nel nostro Gruppo, i Capi del Branco, del Reparto e della Compagnia consegnano i distintivi comuni a tutti i soci, che vanno cuciti da subito sul maglione del lupetto o sulla camicia dell'esploratore e del rover: 

Da sinistra verso destra:


(1) Distintivo C.N.G.E.I. (Associazione)
(2) Distintivo F.I.S. (Federazione Italiana dello Scautismo)
(3) Distintivo W.O.S.M. (Organizzazione mondiale maschile)
(4) Distintivo W.A.G.G.G.S. (Organizzazione mondiale femminile) 
(5) Omerale di città (nel nostro caso, ci sarà scritto "San Benedetto 1") 

Nel corso della loro esperienza scout, lupetti, esploratori e rover riceveranno dai Capi Unità altri distintivi: alcuni saranno i simboli della progressione (pista del lupetto, sentiero dell'esploratore, strada del rover), altri indicheranno l'appartenenza ad una Muta/Pattuglia o l'incarico di Capo/Vice, altri ancora saranno il ricordo di specifiche attività. 

Ma dove si mettono i distintivi? Non è difficile, basta osservare bene le immagini… e non confondere la destra con la sinistra!


I distintivi del lupetto 




 I distintivi dell'esploratore 


I distintivi del rover 


La camicia del rover porta, oltre ai distintivi comuni a tutti i soci, il distintivo della Promessa (la forcola rossa) che viene cucito sopra il taschino sinistro.

Comments